Traccia intervento Luiz Ceppi

  1. Vivere Bene significa ” valorizzare la VITA dei nostri popoli tradizionali (indigeni,seringueiros,ribeirinhos…)riscattare la Cultura della Vita e ricostruire la nostra vita in piena armonia e mutuo rispetto con la MADRE-NATURA, con la PACHAMAMA,dove tutto é VITA,dove tutti siamo UYWAS,figli della Natura e del COSMO. Sono nostri fratelli sia le piante sia le momtagne.

(Aymara David Choquehuanca)

  1. “Tutti e tutto é parte della Madre-Terra e della Vita,della realtá. Tutti siamo corresponsabili di tutti,uno complementa l’altro. Ogni pietra,ogni animale,ogni fiore,ogni stella,ogni albero e frutto,ogni essere umano: siamo un solo corpo,uniti in tutte le parti e fenomeni della realtá.”   (Fernando Huanacuni Mamani)
  2. Tempo do Pachakuti : Riordinare la VITA. Viviamo, perché? Avere coscienza che NOI NON SIAMO ESSERI INDIVIDUALI, siamo gli OCCHI, la VOCE, siamo l’AGIRE e la SPERANZA dei nostri antenati. Siamo semente di chi verrá dopo di noi,semente di appoggio alla cultura della vita.” (Fernando Huanacuni Mamani)
  3. Doni reciproci di BENI e PAROLE. L’attenzione del VIVERE BENE é l’intercambio reciproco di beni,que os guaraní trasmettono con la parola JOPÒI : MANI APERTE DI UNO PER L’ALTRO. TEKÓ MARANGATÙ (modo de manifestare l’essere santi e religiosi con canti e danze che coinvolgono i participanti in una spirale ascendente di figliazione divina e fraternitá universale. ( Fernando Huanacuni Mimani)
  4. ” Vivere Bene : nuovo paradigma di CIVILIZZAZIONE. IL Vivere Bene (Sumak Kawsay) non puó essere confuso con il concetto occidentale di vivere meglio come sinonimo di qualitá di vita. Il Vivere Bene presuppone l’armonia dell’essere umano con la natura,le sue energie e un contatto amoroso con la Pacha Mama-Madre Terra”   (Leonardo Boff)